...e vola solo chi osa... Luis Sepulveda da "Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare"

venerdì 15 luglio 2016

Friendship never ends

Quando ho visto questo timbro della C.C. DESIGNS ne Il negozio della mamma di Cle me ne sono subito innamorata, forse perché adoro tenere per mano le persone a cui voglio bene.
Tenersi per mano significa "ci sono", "sono qua" , "su di me puoi contare", è un gesto di una dolcezza infinita, non ha limitazioni, non crea fraintendimenti, è trasversale, reciproco, insomma, per me, è uno dei gesti più belli in assoluto.




E quindi come non correre a comprare il timbro di queste dolcissime bambine? Come non buttarsi subito a colorarlo pensando a quanto io sia grata per la gioia dell'Amicizia, della condivisione. 
Sì proprio così, non c'è nulla di più bello di sapere di avere degli Amici al fianco, dei porti sicuri a cui approdare quando nella nostra vita si sta scatenando una forte tempesta, ma anche persone con cui ridere e scherzare, con cui condividere hobby e passioni. Insomma con cui affrontare la quotidianità della vita, perché gli Amici sono la famiglia che ci scegliamo... 


...o che forse la Vita ha scelto per noi e che ci fa trovare sul ns cammino. 


Che poi è vero quello che afferma Erri de Luca in: I pesci non chiudono gli occhi: “Il volersi bene si costruisce. Ma l’amore quello vero, no. L’amore lo senti immediato, non ha tempo. É dire “ti sento”. Un contatto di pelle, un abbraccio, un bacio. Mantenersi, il mio verbo preferito, tenersi per mano. Ti può bastare per la vita intera, un attimo, un incontro. Rinunciarvi è folle,sempre e comunque.” 
Che poi per amore io intendo anche quello per gli Amici, per alcuni è un percorso che si costruisce nel tempo, piano piano con la quotidianità, altri invece sono veri e propri colpi di fulmine. A volte semplicemente non si è mai avuto modo o occasione di scoprire le affinità elettive e basta un commento, un gesto, una singola parola a far sbocciare il fiore meraviglioso dell'Amicizia, che riempie il cuore e gli occhi e spesso svuota la testa, o quantomeno alleggerisce il peso del viaggio, tenendoti per mano.


Grazie, grazie di cuore, ad ognuno di voi, Amici miei, per la vostra preziosa presenza nella mia vita, ma soprattutto scusatemi se non sempre sono l'Amica di cui avreste bisogno. E parlo agli Amici con la A maiuscola e con tutti i puntini sulle I, a quelli per cui la mia mano è e sarà sempre tesa e pronta ad una stretta, nonostante le distanze...


A tutti gli altri compagni di viaggio dico comunque grazie perché ogni presenza è importante, anche se alcune, poche, molto poche, sono decisive.

A presto

Micol

1 commento:

  1. E dopo questa dichiarazione d'amore (eh sì, anche un amico si può amare) cerco di riportare ai miei occhi i volti di quelli che posso chiamare amici... tra questi certamente il tuo, indelebile, indissolubile... perché sì!!
    xoxoxo Lalla... ma sempre Eulalia

    RispondiElimina